sabato 10 gennaio 2009

Riporto di seguito il post scritto da L'Incarcerato e la sua iniziativa per arrivare alla verità per Niki.
Non in molti visitano questo blog, ma chi lo fa e vuole unirsi a noi in questa iniziativa lo faccia.
Siamo già in molti ad aver inviato la lettera.



Ora vi invito a intraprendere un' azione su larga scala, e internet è un ottimo strumento per agire. Io e il Rockpoeta abbiamo preparato una lettera da inviare alla redazione di Annozero per sollecitare Santoro a trattare l'argomento, non mi va giù che dovremmo aspettare decine di anni affinché un barlume di verità vada a galla.
Inviate personalmente la lettera e firmatela con il vostro nome e blog di riferimento se lo possedete, passate parola e diffondete l'iniziativa in questi giorni. Dobbiamo intasare la casella postale affinché nessuno potrà dire di non aver saputo.
Ringrazio il Rokpoeta per aver appoggiato l'iniziativa, e spero di ringraziare tutti voi che avete dimostrato di non rimanere mai indifferenti...e adesso scateniamoci tutti !
Inviate la lettera a questo indirizzo :
annozero@rai.it
Oggetto: Verità per Niki
Stimatissimo signor Santoro,chi le scrive è un comune cittadino che ha deciso di non rimanere più indifferente ai continui soprusi che quotidianamente assiste in maniera inerme.
Ho deciso di scriverle innanzitutto per porle l'augurio che continui con la sua trasmissione che considero un importante e vitale polmone di verità in mezzo a tanto degrado dell'informazione.
Le vorrei chiedere con grande convinzione che lei si occupasse di un fatto grave accaduto di recente. Qualche tempo fa ne parlò Grillo, alcuni giornali ne riportarono la notizia, ma poi più niente. Buio totale.
E c'è una madre sofferente che invoca giustizia. Suo figlio, Niki Aprile Gatti, era stato arrestato preventivamente per truffa telefonica, lavorava in una società di San Marino, fu trasferito direttamente nel carcere di super sicurezza a Sollicciano.Dopo tre giorni fu ritrovato morto. Dicono suicidato. Ma la madre è convinta, anche grazie ad alcuni elementi, che il ragazzo sia stato ucciso.
Perchè?
Forse la verità andrebbe ricercata proprio nell'inchiesta, purtroppo volutamente bloccata, di de Magistris.
Le chiedo, signor Santoro, di contattare la signora Ornella Gemini, madre di Niki, tramite il suoindirizzo: mondadori.avezzano@gmail.com, ha aperto anche un blog: http://nikiaprilegatti.blogspot.com/ e la esorto a trattare l'argomento tramite la sua trasmissione.Per maggiori dettagli qui c'è il racconto della signora http://nikiaprilegatti.blogspot.com/2008/10/questo-sono-io-prima-del-19062008.html e qui la video intervista http://www.beppegrillo.it/2008/11/niki_non_ce_piu/index.html
Con stima,
segue firma con nome e cognome.

Spero che l'anno nuovo porti davvero cose buone, come una trasmissione su Niki.
Paola

2 commenti:

chit ha detto...

Già aderito e pubblicizzato, da oggi sono alle prese con un'altra privazione, quella della NOSTRA LIBERTA'; se ti va fai un salto da me e... come sempre vi invito ad agire seconso coscienza!? ;-)
Un abbraccio

karletto ha detto...

Al mondo esistono e purtroppo sempre esisteranno cose che ti lasceranno allibita, inorridita e quasi schifata da quello che gira intorno a noi. Non sono informato sull'accaduto, ma lo farà al più presto. Per il momento, cara amica, un grande saluto. Karletto

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails