martedì 30 dicembre 2008

post Natale...

Come ormai sapete e risapete adoro cucinare..... e adoro interessarmi di cucina e di ricette e il mio Jolly che tiene lontano da me, anche se per poco, i problemi e le preoccupazioni che ci sommergono.

Devo dire che quest'anno per Natale io e Dany (allora diciamo che io sono il capo chef e lui l'aiuto. Mi piace un sacco cucinare insieme a lui, tra sberleffi, incazzature...e scherzi) ci siamo proprio superati.

Questo è stato il menù:



Antipasto caldo di mare in crosta di sfoglia


Stracci di pasta fresca al ragù bianco di scampi

Gnocchetti ricotta e spinaci al burro fuso


Scampi e gamberoni su letto di verdurine fresche


Arrotolato di prosciutto



Carpaccio di frutta fresca tropicale



Devo essere sincera, anche se a me non piace troppo manigloriarmi


E' STATO UN SUCCESSONE!



Ed ora pensiamo a domani sera......

domenica 28 dicembre 2008

Riflessioni...

Adoro il Natale, la magica atmosfera che crea...sarà per i bei ricordi che sono intrinsi dentro di me... ma adoro questo giorno mi ricorda quando ero bambina... vedevo cucinare le mie zie tutte insieme ed erano giorni di spensieratezza, anche se non c'erano numerosi regali, ma c'era tanto calore tutti insieme..


Oggi la maggior parte di queste persone se ne è andata...ma ciò che provavo in quei tempi andati è ancora presente dentro di me...e mi riempie il cuore di gioia la gioia di una bambina...


Allora forse sarà che dentro di me c'è ancora quella bambina...


Ma mi piace preparare per questo giorno... per le persone più care... cose buone e atmosfera giusta.. per ritrovare un pò di quella magia perduta.


Come amo questo giorno così non sopporto l'ultimo dell'anno... tutti si devono divertire per forza.. devono far tardi per forza... Non capisco perchè dobbiamo brindare.... ma brindare a cosa? all'anno nuovo? Sperando che sia migliore di questo ultimo? ...Quando sappiamo benissimo che migliore non sarà...ed anche se andrà tutto bene, come minimo avremo un anno di più!


Se ne avessi la possibilità mi piacerebbe rifugiarmi in uno chalet di montagna, con almeno un metro di neve, il caminetto acceso..... e solo io, Daniele e Michy...


Ma è solo un sogno nel cassetto, come molti altri...che mai si avvererà!
PS: si lo so! sono una sognatrice...coccolona... in depressione pre ritorno al lavoro!!!

mercoledì 24 dicembre 2008

BUON NATALE

Vorrei augurare un felice Natale dal più profondo del mio cuore a tutte le magnifiche persone conusciute sul blog:
l'Incarcerato, Chit, Karletto, Pierprandi, Francesca, Fabioletterario... e anche chi mi dimentico...
Più un augurio a chi viene qui ma non lascia commenti:
Pamela, Alice, Damiano e company, e tanti altri...
alla mia cara sorellina Roby che con il pc è negata...ad Alex che figurati se viene sul blog della sua mamma..
a Manu e Ila che qualche volta ci sono venute...
ed a tutti quelli che mi dimentico...
Ai miei angeli: Gino e Loria tra tutti...
al mio piccolo Michelangelo, che per lui il Natale è ancora una magica atmosfera..
ed alla fine alla persona che doveva aiutarmi con questo blog, e non ci ha mai messo un dito..
ma che io amo alla follia, Dany



BUON NATALE

domenica 21 dicembre 2008

MAGICHE ATMOSFERE NATALIZIE A LUCCA

E' una piccola città, non può competere con Firenze o Roma...
ma è speciale, unica con le sue mura che la racchiudono...
ed a Natale è magica..............













































































giovedì 18 dicembre 2008

18 dicembre 2008

Che c'è di più bello di una cena inaspettata in compagnia?
Almeno per un pò non pensi ai problemi di ogni giorno..leggeri o pesanti come macigni.. che ogni notte ti tengono sveglio a rimuginare..
Sono un pò fatta male io... sto sempre a pensare..e a voler risolvere i problemi.. ma forse a volte i problemi sono irrisolvibili...
Ed allora una serata in compagnia aiuta... aiuta ad allontanarli almeno per un pò

venerdì 12 dicembre 2008

.......

Che P....!!!
Nel giro di 10 giorni ho preso due volte l'influenza! Sto convivendo con dolori e pasticche! Inoltre ho avuto anche un corso di aggiornamento e quindi non sono potuta rimanere a letto a riposarmi.
Quindi come si dice da noi becca e bastonata!!
Va beh meno male che tra poco è Natale ed una settimanella di ferie...
ci vuole proprio!

lunedì 1 dicembre 2008

LA FORZA DELLA VITA

Cos’è che ci dà la forza di ricominciare dopo ogni batosta che ci infligge la vita?
Me lo sto chiedendo … e non ho una risposta precisa da darmi.
Sono alcuni anni che il destino o chissà chi se la prende con noi … non mi piace stare qui a lagnarmi, per chi mi conosce almeno un pochino lo sa! Sa che non amo parlare dei miei problemi e non amo lamentarmi.
Quindi potrei raccontare la storia di una, anzi della mia migliore amica.. ometterò il suo nome, la chiamerò soltanto con il soprannome che le avevamo dato da bambina Papalia.

Papalia ha la mia stessa età, abbiamo frequentato la scuola elementare insieme: poche bambine e tanti maschi, quindi eravamo bravissime a giocare ai giochi maschili: tappini, palline…ed a fregare le susine.. bei tempi di giorni spensierati.
Gli anni passano inizia l’adolescenza e Papalia scopre la triste realtà di questa vita a volte crudele: a 11 anni perde il padre dopo mesi di lunga malattia, conosce che la vita non è solo spensieratezza ma anche sacrificio, si ritrova da sola con una sorella meravigliosa ed una mamma insostituibile che però le deve fare anche da padre e perciò deve essere anche severa. Arriva alle scuole superiori, fa nuove amicizie, ma le manca terribilmente il padre, quel papà che la sera la portava a letto in collo..
Ma come dicevo la vita è crudele e dolce al tempo stesso …
Papalia finisce le superiori e va a fare il corso per Infermiera Professionale il suo sogno fin da bambina … fino a che entra a lavorare in un Ospedale vicino al nostro paese … per due mesi.. poi una terribile notte, sola nel reparto di Isolamento, muore un ricoverato: un giovane ragazzo, uccisosi per aver ingerito delle pastiglie..lo trova al mattino …
Il sogno che aveva tanto inseguito da bambina si è infranto, non se la sente più di continuare quel lavoro, i sensi di colpa anche se infondati le fanno compagnia …. ha quasi 21 anni..sono talmente pochi..o terribilmente tanti.
Dopo pochi mesi si sposa, pensa.. con l’uomo della sua vita … passano alcuni anni sereni con l’arrivo di due splendidi figli … ma il destino ancora una volta l’aspetta al varco:
aspetta il terzo figlio e contrae la rosolia: troppo presto le dice il ginecologo anche solo per pensare di fare esami più approfonditi per vedere la natura del danno al feto.. l’unica possibilità è l’aborto.
Visite specialistiche, visite all’asl … appuntamenti.. fino al fatidico giorno … e qui scopre tutta l’insensibilità e il menefreghismo … e il sentirsi trattare solo come oggetti …
Sono giorni e mesi difficili per lei, non so ancora come è riuscita a risalire da quel buco nero di aver ucciso una vita … ma ce la fatta, fino ad una nuova prova.
Si! a pensarci da persona non coinvolta nei fatti sembra proprio che il destino, o Dio o chissà chi … la metta ogni volta alla prova …
Ma alla prova per cosa?
Stavolta alla prova di perdere anche la mamma, il punto fermo e forte della sua vita. La mamma di Papalia dopo 5 anni di malattia, con gli ultimi 5 mesi proprio pessimi in cui perdeva le forze e il respiro giorno dopo giorno, se ne è andata in un fredda serata di gennaio.
Non è un film, tutto questo, non è un romanzo …
dopo alcuni anni dalla morte di sua mamma, finisce anche il suo matrimonio … con terribili sensi di colpa (sopiti da poco tempo), con ri-tentativi di ri-istaurare nuova vitalità al matrimonio ma vani, pone lei la parola FINE, parla con i figli e si separa.
Quante serate passate con lei al telefono … con lei di persona, quando non voleva vedere nessuno e anzi quando rifiutava anche gli inviti di sua sorella perché voleva riuscirci da sola a cavarsela.
Quanto tempo passato a parlare insieme.. a vederla piangere … per la fine di un amore.
Poi i mesi passano e le stagioni … ed Internet le fa conoscere un uomo, un uomo un po’ speciale non come tutti gli altri che magari volevano la stessa cosa … un uomo che per la prima uscita insieme la porta in un ristorante a picco sul mare con tutta la famiglia …
e così dopo qualche tempo sboccia l’amore … e inconsapevolmente o consapevolmente una nuova vita nasce dal loro amore.
Papalia pensa che finalmente la felicità riempirà la sua vita, e così è … il frugoletto soprannominato “fagiolino” i primi mesi di gravidanza, riempie la vita di tutti: genitori, fratello, sorelle e zie e zii..ma i problemi non sono finiti … ricominciano … sempre nuovi.. e sempre diversi …
se questa meravigliosa, bellissima e anticonvenzionale famiglia felice (e ve lo posso assicurare io che li conosco molto bene) passano una settimana spensierata subito la settimana dopo accade qualcosa di spiacevole che li fa avvicinare al baratro, alla disperazione …
ma non si danno per vinti … MAI...

Ora ho capito cos’è che gli dà la forza di ricominciare sempre ogni volta, di non darla vinta al destino …
la forza se la danno uno con l’altra e viceversa, si danno forza a vicenda e sono sicura non si arrenderanno mai al destino avverso.
Mai a costo di lottare con il mondo intero.
Scusate per questa melensa e lunga storia ma è tutta vera, ve lo assicuro. E chi li conosce bene lo sa!

lunedì 24 novembre 2008

VALVOLA DI SFOGO


Ognuno di noi ha la sua valvola di sfogo...

mi spiego meglio:

il suo sfogo alla vita stressante e piena di problemi... c'è chi c'ha il calcio...chi l'attività fisica...

Chi come me si rilassa e si sfoga con la musica, l'organizzazione e la cucina.

La musica mi aiuta a sfogarmi quando sono triste o arrabbiata o incavolata nera, metto le canzoni che mi piacciono (al momento Jovanotti, Ligabue, e le ultime uscite e A muso duro di Bartoli) e cantando mi rilasso o mi riappacifico con il mondo.

L'organizzazione e la cucina è ciò che amo fare di più.

Organizzare pranzi, cene o eventi speciali e le relative ricette da abbinarci (ricette particolari) perchè è chiaro a me non piace cucinare "le solite cose" ma sempre cose "un pò Speciali".

Uno dei miei "purtoppo" sogni nel cassetto, sarebbe proprio questo un'agenzia di catering...ma purtroppo credo che anche questo rimarrà un sogno ben chiuso nel cassetto di fondo. Anzi se qualche persona nel web fosse interessata alla mia idea ne possiamo parlare...

Al momento i miei momenti di relax sono tutti presi dal Natale...dalla magica atmosfera di questo giorno...che mi riporta ai bei tempi di quando ero piccolina e di quando lo festeggiavamo tutti insieme...ma di questo ne parlerò un'altra volta.

Un salutone a tutti e buona settimana, anche se diluvia o nevica in mezza Italia!

sabato 15 novembre 2008

NON SOPPORTO...

Non sopporto... chi si intrufola nella tua vita e cerca di fartela cambiare
Non sopporto... chi ostenta i suoi titoli di studio...
..chi si crede più intelligente di te..
Non sopporto... chi pensa di essere indispensabile ed insostituibile...
...chi cerca sempre di sopraffarti...
Non sopporto... chi si crede "chissà chi"...
Non sopporto...chi calpesta i più deboli...
chi si approfitta della tua disponibilità...
Non sopporto chi crede che una laurea gli dia il diritto di sentirsi migliore...
Non sopporto chi si crede "migliore" e guarda gli altri dall'alto in basso...
chi vuole "aiutare" senza che nessuno gliel'abbia chiesto...

E non sopporto soprattutto dover sempre far finta di niente...

A tutte queste persone alle volte basterebbe ricordare un pò di più le parole di Socrate:

"Il vero sapiente è colui che sa di non sapere"
ps: forse ve ne siete già accorti, stasera non è serata... anzi oggi è tutto il giorno che non è giornata!

giovedì 13 novembre 2008

Preferisci una frattura o una bronchite???

Ci sono certe cose che non riesco a capire..e mai capirò.
In questa nostra bella italia so che esistono persone di serie "A" e persone di serie "B"... ma che ci fossero anche malattie di serie "A" e quelle di sere "B" non me lo aspettavo.
La tanto discussa legge di Brunetta dice che ad un dipendente statale viene tolto un quid dallo stipendio per i primi dieci giorni i malattia... ma dice anche che questo non avviene per determinati casi: come l'infortunio, o se si occa il Pronto Soccorso...
Ora io mi chiedo nella mia "ignoranza" di persona qualunque... allora se mi fratturo una gamba oppure se ho una slogatura... se mi faccio un taglio o qualsiasi altra cosa...vado al Pronto Soccorso, mi danno giorni e me ne sto tranquilla a casa SENZA CONTROLLO MEDICO...E SOPRATTUTTO SENZA DECURTAZIONE DALLO STIPENDIO.
Ed invece se mi viene la temutissima influenza di quest'anno... o una bronchite... o una gastroenterite... me ne sto tranquilla a casa ugualmente ma con il controllo medico dalle 8 alle 20 con un'ora d'aria e SOPRATTUTTO OGNI GIORNO PER 10 GIORNI MI TOLGONO QUALCOSA DAL MIO STIPENDIO,
Ora mi domando E' GIUSTO SECONDO VOI TUTTO CIO'?
Secondo me non è per niente giusto...
Una frattura vale di più di una broncopolmonite?

martedì 11 novembre 2008

Ho fatto un giro per gli altri blog di cucina tra i miei preferiti, era da un pò che non ci andavo...e.. mamma mia! quante ricettine buone! Peccato che io al momento devo fare una dieta in bianco! Mannaggia!
Quindi me le sogno tutte queste ricette succulenti!!

...sto crollando dal sonno....

'notte

lunedì 10 novembre 2008

HO TROVATO QUESTA BELLA POESIA SUL BLOG DI KARLETTO, L'AVEVO GIà SENTITA MA NON ME LA RICORDAVO.


“Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe,
i capelli diventano bianchi,
i giorni si trasformano in anni.
Però ciò che é importante non cambia;
la tua forza e la tua convinzione non hanno età.
Il tuo spirito e` la colla di qualsiasi tela di ragno.
Dietro ogni linea di arrivo c`e` una linea di partenza.
Dietro ogni successo c`e` un`altra delusione.
Fino a quando sei vivo, sentiti vivo. Se ti manca cio` che facevi, torna a farlo.
Non vivere di foto ingiallite…insisti anche se tutti si aspettano che abbandoni.
Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c`e` in te.
Fai in modo che invece di compassione, ti portino rispetto.
Quando a causa degli anni non potrai correre, cammina veloce.
Quando non potrai camminare veloce, cammina.
Quando non potrai camminare, usa il bastone.Pero` non trattenerti mai! “
Madre Teresa di Calcutta

MI SERVE PROPRIO QUESTA POESIA...LA RILEGERO' MILLE VOLTE PER TOGLIERMI DA QUESTO BRUTTO MOMENTO IN CUI VEDO TUTTO GRIGIO, GRIGIO E NERO.

venerdì 7 novembre 2008

7 novembre

Sono giorni strani, tristi, pieni di malinconia… un malessere strano mi serpeggia dentro.
Non so se siano questi giorni passati di festività un po’ brutte per chi ha perso delle persone molto amate….
Non so se sia l’autunno, con queste giornate grigie e piovose..
Non so se sia la vicinanza ormai imminente al mio compleanno… Già! io amo festeggiare i compleanni alle persone a me più care, adoro preparare le sorprese… i regali…
Ma quando si tratta del mio…
Non mi piace invitare e preparare la festa per me…
Non mi piace ricevere gli auguri perché qualcuno ha suggerito che è il mio compleanno…
Preferisco che qualcuno se lo dimentichi piuttosto, o come mi è successo un mese fa, di ricevere gli auguri un mese prima, ma di sentirli davvero veri.
Lo so sono un po’ strana, ma questa purtroppo è “Paola”.
Quindi saranno tutte queste concomitanze che mi fanno rigirare nella testa un monte di pensieri malinconici e forse sarà anche che quando una ha passato gli anta… vede la propria vita molto diversamente… ma molte volte mi viene da pensare se avrò lasciato un segno in questo mondo… se qualcuno sentirebbe la mia mancanza…o se mi dimenticherebbero molto velocemente…
Chissà se sarò stata solo una meteora…o un tatuaggio indelebile sulla pelle…
So che sono discorsi un po’ fuori…ma che vuoi farci a volte capita…
Ripenso alla mia vita…
non è stata di certo una passeggiata, ho sofferto.. molto… sono stata messa più volte a dura prova…
… ho anche fatto soffrire anche se non con cattiveria; Mi dispiace di tutto cuore di averlo fatto… ma penso che fosse inevitabile, che la vita alle volte ti mette davanti a determinate situazioni e che alla fine non sia più possibile riconoscerti nella vita che facevi prima.
Sono una persona “non facile”, ho un carattere solare ma terribilmente tremendo, pretendo molto da me stessa anzi moltissimo, e di conseguenza pretendo molto anche dagli altri…
sono una sognatrice, credo nell’amicizia vera..e puntualmente mi sento presa in giro… ma continuo a crederci… sono una capatosta..quando credo in qualcosa nessuno mi smonta…
in questi ultimi anni ho imparato ad apprezzarmi… ho imparato a volermi bene.. a capirmi molto di più…
Questa è Paola la pazza incosciente che quando si infuria è capace di sbatacchiare porte e spaccare tazzine..
Paola che da amore…che da tutta se stessa…che soffre ma non si tira indietro.. che crede ancora a 45 anni che questo mondo possa cambiare…in meglio naturalmente.
E dopo questo lungo sermone… voglio fare una cosa che non ho mai fatto.. voglio farmi gli auguri di un felice compleanno.. credo proprio di meritarmeli!

mercoledì 5 novembre 2008

La liberta'

La libertà
Giorgio Gaber


Vorrei essere libero, libero come un uomo.Vorrei essere libero come un uomo.
Come un uomo appena nato che ha di fronte solamente la natura e cammina dentro un bosco con la gioia di inseguire un’avventura,sempre libero e vitale, fa l’amore come fosse un animale,incosciente come un uomo compiaciuto della propria libertà.

La libertà non è star sopra un albero,non è neanche il volo di un moscone, la libertà non è uno spazio libero,libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.Come un uomo che ha bisogno di spaziare con la propria fantasia e che trova questo spazio solamente nella sua democrazia, che ha il diritto di votare e che passa la sua vita a delegare e nel farsi comandare ha trovato la sua nuova libertà.

La libertà non è star sopra un albero,non è neanche avere un’opinione, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,non è neanche il volo di un moscone,la libertà non è uno spazio libero,libertà è partecipazione.

Vorrei essere libero, libero come un uomo.Come l’uomo più evoluto che si innalza con la propria intelligenza e che sfida la natura con la forza incontrastata della scienza,con addosso l’entusiasmo di spaziare senza limiti nel cosmo e convinto che la forza del pensiero sia la sola libertà.

La libertà non è star sopra un albero,non è neanche un gesto o un’invenzione,la libertà non è uno spazio libero,libertà è partecipazione.

La libertà non è star sopra un albero,non è neanche il volo di un moscone,la libertà non è uno spazio libero,libertà è partecipazione.

domenica 2 novembre 2008

Ai nostri dolori insieme brindiam

Alle volte fa bene passare una serata in compagnia...in buona compagnia... soprattutto quando sei persa nei tuoi pensieri, pensieri malinconici...pensieri che non sai nemmeno tu perchè ti frullano nella testa: forse perchè oggi non è una gran bella giornata per chi come me ha perso molte delle persone a se più care... forse perchè questo tempo autunnale non contribuisce a metterti di buon umore... o forse semplicemente perchè è un periodo un pò così..ed i pensieri malinconici, tristi, "pensierosi" dovevano esserci...
In qualunque caso una bella cena (fondue bourguignonne con salse e salsine...) accompagnata da un buon vino, preciso non sono un'intenditrice di vini, ma ho dei vini preferiti che mi piace bere. Generalmente, ogni giorno non bevo vino, ma diciamo vado ad acqua...però in occasioni particolari mi piace bere un buon vino...e siccome non ci sono abituata dopo mi sento leggera, spensierata, non brilla però quella sensazione di leggerezza che ti fa prendera la vita con più semplicità.
Perciò questo fine settimana ho proprio passato dei bei giorni: anche se ieri sera senza luce, e quindi cena a lume di candela "per forza"...ed oggi giornata... OTTIMA sotto tutti i punti di vista.

mercoledì 29 ottobre 2008

gira..gira.. l'ho beccata anch'io

...cosa?
una bella influenza...o cosa cavolo sarà!
sono nel mio lettone con un mal di gola atroce... e febbre... NIENTE LAVORO!
Sarà contento Brunetta... un dipendente statale in più in malattia!!
Il piccolino è partito per l'asilo ed in casa c'è calma, troppa calma... senza il terremoto di Michelangelo!
Il tempo atmosferico fa decisamente schifo sono 3 giorni che piove piove e ancora piove.
Settimana decisamente di m.... speriamo che il fine settimana sia migliore in tutti i sensi.

sabato 25 ottobre 2008

dove si andrà a finire?

NON SO VOI...MA IO HO DEI FIGLI... ED UNA DI QUESTI FREQUENTA L'UNIVERSITA'..
E TUTTO QUESTO VORREI NON SUCCEDESSE MAI.

Maroni dovrebbe fare quel che feci io quand'ero ministro dell'Interno. In primo luogo, lasciare perdere gli studenti dei licei, perchè pensi a cosa succederebbe se un ragazzino rimanesse ucciso o gravemente ferito... Lasciarli fare (gli universitari, ndr). Ritirare le forze di Polizia dalle strade e dalle Università, infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le città. Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di Polizia e Carabinieri. Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli e picchiare anche quei docenti che li fomentano. Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine sì... questa è la ricetta democratica: spegnere la fiamma prima che divampi l'incendio".Intervista a Francesco Cossiga. Presidente emerito della Repubblica Italiana e senatore a vita.Cossiga ha confessato. Ne va preso atto. In fin dei conti ne va apprezzata la sincerità, neppure Totò Riina aveva osato tanto. Ha solo detto quello che la maggior parte degli italiani sapeva: l'Italia non è una vera democrazia. Forse non lo è mai stata. Quante fandonie ci hanno raccontato da Piazza Fontana in avanti? Sul G8 di Genova? Chi ha attivato il timer delle stragi di Stato?Cossiga ci ha fornito una lezione magistrale della strategia della tensione. Però, ora, dopo quelle frasi , va dimesso dal Senato e ritirata la sua nomina a presidente emerito della Repubblica Italiana. Voglio vedere se un deputato o un senatore avanzerà la proposta in Parlamento.Se rimane al suo posto è una vergogna per il Paese e un insulto ai professori e agli studenti. Non va picchiato, è anche lui un docente anziano. Va solo accompagnato in una villa privata. Propongo, per non farlo sentire troppo solo villa Wanda di Arezzo. Insieme a Licio Gelli potrà rinverdire i vecchi tempi, parlare di Gladio, di Moro, dei servizi segreti...Un consiglio ai ragazzi: portate alle manifestazioni una telecamera, riprendete sempre chi compie atti di violenza. Vedremo chi sono, da dove vengono, se sono dei "facinorosi", come dice lo psiconano, o "agenti provocatori pronti a tutto", come suggerisce Cossiga.Il blog è a disposizione di studenti e professori per i loro video su interviste, manifestazioni e manganellature (so che saranno numerose). Nella barra in alto: "La Scuola in diretta", scorreranno in continuazione i video nei prossimi giorni. Caricate il video su YouTube e inviate la segnalazione al blog.Loro non molleranno mai, noi neppure.

martedì 21 ottobre 2008

Che succede Gel Mary Star?

Già! L'Italia si sta svegliando?
Nel mio paesino, davanti alla scuola, ogni giorno stanno affiggendo manifesti, lenzuoli con scritte per la difesa della Scuola...nelle città vicine gli studenti stanno occupando le scuole superiori, dai Licei, agli ITI...ai Professionali...
Ma vedendo il TG mi accorgo che a Milano la situazione è ancora peggiore...
E la nostra Mary Star se ne sta accorgendo? o crede ancora che tutta Italia sia d'accordo con Lei?

ps: Per chi vuol sapere chi è Gel Mary Star può andare a vedere su you tube il video della Lettizzetto da Fabio Fazio....mi spiace ma da questo pc non mi inserisce nè foto, nè video... altrimenti potete passare dal mio amico Karletto ilkardone.myblog.it

sabato 18 ottobre 2008

DALLA LETTERA APERTA SCRITTA ALLA "STAMPA" DAL MINISTRO GELMINI, RIGUARDO AI TAGLI NELLE SCUOLE:

"Bisogna però rendersi conto con responsabilità che è finita un’epoca. L’Italia, anche in considerazione della grave crisi economica internazionale, non può più permettersi di non utilizzare in maniera attenta il denaro pubblico. A tutti ho chiesto uno sforzo in questo senso."

Ora io mi chiedo da persona "qualunque"... per la scuola bisogna utilizzare in maniera attenta il denaro "pubblico".....

e per l'ALITALIA invece? per Alitalia è giusto spendere il denaro "pubblico"...quando solo pochi mesi fa una compagnia straniera era pronta a comprarla?

...e scusate e per le banche? per evitare il fallimento di eventuali banche è giusto usare il denaro "pubblico"? solo pochi giorni fa è stato detto che per evitare il fallimento sarebbe intervenuto lo stato...
SI FANNO DUE PESI E DUE MISURE?

ANCHE LA CREAZIONE DI QUESTE "CLASSI PONTE" O "CLASSI DI INSERIMENTO" PER GLI IMMIGRATI I PREOCCUPA MOLTO
Ma cosa sta diventando il nostro Bel Paese?
Vogliamo alimentare l'intolleranza già nei bambini, far distinzioni, dividere... già bambini che non hanno queste ottusità?
Mio figlio a 3 anni, al nido da quando aveva 2 anni ed il suo migliore amico era Antonio... e per la cronaca non era italiano ma cinese.

Non so a voi ma a me fa paura questa nuova Italia..non la riconosco più.. Sarà che sono una idealista, che credo ancora a certi valori.. sarà che sono anche una sognatrice...ed il mondo me lo immagino non diviso tra gruppetti di razze, religioni e paesi...ma un immenso girotondo di persone tutte diverse ma ugualmente uguali e speciali...
Sarà che credo che così come ci sono italiani buoni e italiani cattivi ugualmente ci siano stranieri buoni e stranieri cattivi...
Sarà che vorrei tanto che mio figlio crescesse in un mondo un pò più tollerante, un mondo che non facesse distinzioni di razza, religione o sesso (più esplicitamente di gusti sessuali)...

e tutto questo ultimamente nella nostra Cara italia sembra lontano mille secoli...

venerdì 17 ottobre 2008

Ho fatto un po' un giro nei blog...e quasi tutti non sono d'accordo con questo governo che ci ritroviamo...poi si sentono i discorsi in giro...e tutti concordano,, ma allora? la domanda mi sorge spontanea... Ma chi l'ha votato??
Eppure hanno vinto alle elezioni...quindi qualcuno, anzi la maggior parte li deve pur aver votati!
...e ora sono spariti tutti?
mah!

lunedì 13 ottobre 2008

E' già da un pò che non scrivo... ma accidenti l'unico momento in cui posso rilassarmi un pò è ora..qui nel lettone, con il piccolino che finalmente si è addormentato...e mi lascia riposare la mente... ma dal mio portatile non mi fa inserire le foto, quindi posso postare senza foto, altrimenti dovrei andare al pc di Dany...ma durante il giorno chi ci riesce..ed alla sera preferisco stare qui, leggermi i blog amici e rilassarmi..
Anche perchè dopo esser stata 6 ore al computer al lavoro, ed anche più... quando come oggi ho lavorato fino alle 18...non ho tanta voglia di stare troppo "applicata" sul pc......
Non credo di avervi mai detto che lavoro nella scuola: assistente amministrativa... ed in questo periodo c'è un caos... scioperi a raffica... manifestazioni... volantini... Gelmini e Brunetta che ossessionano...
Io ho un contratto a tempo determinato e tutti gli anni il 31 di agosto mi scade e con questo vento che gira al momento... di tutti i tagli al personale docente e ata... non è che sto molto allegra...
Che facciamo gente? una bella rivoluzione no? ...ce vorrebbe un bel Che... Guevara.....

mercoledì 1 ottobre 2008

CHE FATICA!

Che fatica essere donna...
che fatica essere mamma... di un bambino di 3 anni
che fatica oltre a tutto questo avere anche un lavoro e volerlo portare avanti nel migliore dei modi...
che fatica tenere la casa a posto come si vorrebbe noi donne...
che fatica dover conciliare le esigenze di tutti, figli e uomo...
che fatica dover capire tutti...
che fatica....che fatica...che fatica...
E qualcuno si sorprende se alle 11 di sera crollo?!
io alla sera sono cotta...stracotta...spappolata proprio...
...forse aveva ragione mia mamma che mi voleva maschio... chissà?!
...io credo che preferisco essere Donna...


ed ora dopo questi discorsi sconclusionati....vi auguro la
Buona notte...

martedì 30 settembre 2008

AUGURI!!!

BUON COMPLEANNO mitico Renatino.....
nel lontano 1950 nasceva Renato Fiacchini, in arte Zero...
tantissimi auguroni.....

da 1a instancabile sorcina

...anche se gli anni passano la tua musica rimane sempre straordinaria...

giovedì 25 settembre 2008

Ti pisciano addosso... e ti dicono che piove

Se si parla di prostitute non si parla di CONFLITTI D'INTERESSE

Se si parla di rumeni non si parla di DIMINUZIONE DEL NUMERO DI PARLAMENTARI

Se si parla di negri uccisi a mazzatenon si parla di UN PREMIER NON CONDANNABILE

Se si parla di soldati per le strade non si parla di STIPENDI DA FAME

Se si parla di campi rom non si parla di PRECARIATO

Se si parla di entracomunitari non si parla di RETE 4 E DEL BAVAGLIO ALL'INFORMAZIONE

Se si parla di moschee non si parla più di TASSE CHE DOVEVANO ESSERE ABBASSATE

L'EMERGENZA SICUREZZA SERVE SOLO A COPRIRE LE VERE EMERGENZE DEL PAESE CHE CONTINUERANNO A NON ESSERE MAI RISOLTE

E' FACILE...
E' STATO SEMPRE COSI'...
IL POPOLO CADE NELLA TRAPPOLA...
E LORO LO SPOGLIANO...

un commento trovato sul web di Maurizio P.

mercoledì 24 settembre 2008

E gli'è vero!

Pubblico questa "filastrocca" che mi ha mandato la mia nipotuzza Alice:

Sei Toscano se..
ti scappa detto un: 'maremma maiala!' anche quando non dovresti..
hai sempre la battuta pronta..
sei stanco della 'coha hola con la hannuccia horta horta'..
mangi i crostini neri fatti con i fegatelli..
oltre alla C strascicata, basta muoversi di qualche chilometro per sentire l'accento che cambia: si passa da un 'boia deh!' di Livorno, ad un 'icchè tu vvoi, icchè tu dici...' di Firenze, ad un 'maiala!'di Siena..ad un 'Alò' di Arezzo e chi più ne ha, più ne metta!..
sai fare le imitazioni degli accenti della tua regione..
riesci a sdrammatizzare tutte le peggio situazioni con una battuta..
alla fiera mangi i brigidini..
a Natale mangi cantuccini e li inzuppi nel vin santo..
pensi 'noi in toscana abbiamo tutto, mare montagne colline'..
ti senti orgoglioso del tuo accento, anche quando ti prendono in giro..
pensi 'eh, ma noi si!!! noi parliamo l'italiano, l'italiano puro!!!'
sai che tra livornesi e pisani c'è l'odio..
tutti ti fanno i complimenti per l'accento..
dici A ME MI..
ti vanti di esser della stessa regione di Ceccherini, Nuti, Pieraccioni, Benigni, Dante e Leonardo.. quando ti dicono 'Voi toscani non avete un dialetto', tu rispondi in dialetto stretto e loro 'un'intendano nulla'!
quando ti imitano nel modo di parlare, rispondi con un sorriso: 'E un ti riesce, gnamo, t'insegno io..'
almeno una volta da piccolo sei andato al Carnevale di Viareggio..
dici 'ma che ssei grullo?'
mangi i cenci..
esclami 'SIE!' quando qualcuno spara una cazzata..
i verbi li dici a metà o li abbrevi: FO, VO, VEDE', ANDA', VENI' ecc ecc..
dici 'I su fratello', 'Mi mà', 'I mi babbo' o 'Mi pà', 'I mi amico?...
dici 'CHETATI!' parecchio convinto, invece di 'stai zitto!'..
.. chiami la sigaretta 'CICCHINO'..
mangi le Pappardelle Al Sugo di Cinghiale o di Lepre..
sai fare sempre casino, metti allegria e sei molto accogliente con le persone..
chiami 'CENCIO' lo straccio per pulire..
chiami 'GRANATA' la scopa..
quando non te ne importa nulla di una cosa dici: 'MA M'IMPORTA UNA SEGA'..
soprattutto sei fiero di esserlo!!

domenica 21 settembre 2008

DOMENICA

Oggi è domenica, e chissà perchè io mi immagino e penso alla domenica sempre come ad un giorno felice....poi,, al mattino ti arriva una telefonata...e tutta la felicità che ti aspettavi te la senti scivolare via...
Quando una persona vicina se ne va per sempre.... è sempre un grande dolore...
sia che tu lo dimostri..piangendo..urlando..o arrabbiandoti...
sia che tu ti tenga tutto dentro di te, e non butti fuori nemmeno una lacrima. Io reagisco in quest'ultimo modo... chiusa in me stessa, con i pensieri che si rincorrono e ritornano alla persona...ai fatti..ai momenti...
Il primo grande dolore che ho provato è stato ad 11 anni...ero una bambina timida e chiusa e un terribile giorno il destino o chissà chi, si è portato via mio papà..credo di non aver mai superato del tutto del momento, si continua a vivere, si va avanti, si fanno esperienze e si fa la vita, ma non si accetta mai veramente ciò che è accaduto, e credo che chi l'ha provato come me può confermarlo.
Mi ricordo ancora il giorno del funerale, il mio vestitino blu di velluto, l'aia davanti casa piena di persone e fiori...ed io che non ho versato nemmeno una lacrima..... le avevo versate tutte, prosciugandomi, una terribile sera, sdraiata in macchina di mamma, sul sedile dietro, di ritorno dall'ospedale dopo essere state a trovare mio papà... I passeggeri davanti, mia mamma e qualcun'altro, non mi ricordo chi, pensavano che mi fossi addormentata, e si sono messi a parlare della malattia di mio padre...quelle parole mi riecheggiano ancora nelle orecchie: ..."non gli resta più molto da vivere, forse un mese..."
In quel momento ho scoperto davvero il significato della parola morte, ed ho pianto così tanto.. arrabbiadomi con Dio e con mio padre che non mi doveva lasciare... ho pianto tantissimo ma nessuno se ne è accorto, ed io non sono corsa a farmi consolare da nessuno, non volevo false speranze...mi sono tenuta tutto per me...tutto il dolore e tutta la paura... ed ho sperato, ho sperato ogni giorno che il mio paparino non mi lasciasse da sola...
Da quel lontano giorno...molte altre vite a me vicine si sono spezzate... lasciandomi sempre più esterefatta da questa m...a di mondo.
Sono sempre i migliori che se ne vanno via per primi.
Vorrei salutarli tutti i miei angeli che sono volati via...come li saluta Renato zer con la sua canzone "Angeli":

Cambia il tempo Forse pioverà.
Un pensiero oltre i vetri va',
Sottobraccio alla malinconia Ritrovarmi solo, che ironia.
Dove siete adesso, amici miei ?
Questo inverno non finisce mai…
Nell'orecchio, il vostro canto, Io non ho abbastanza pianto.
Quanta pena vedervi andare via.
Angeli voi, senza fortuna, Senza una stella sulla bandiera, Teneri eroi di questa guerra,
Ma chissà se qualcuno sa… Quanto è costato non essere qua!?!?
Davvero angeli!
Qualcuno a bordo dei suoi blues jeans,
Non sa nemmeno lui perché è qui.
Davvero angeli.
Io speravo… Sareste stati qua.
Intanto un altro giorno se ne va, Sotto braccio alla malinconia, Ritrovarmi solo, che ironia!
Angeli voi…Chi vi ha tradito ?
Tante promesse, nemmeno un sorriso…
Ritornerei ancora in quel sacco a pelo,
Contando con voi tutte le stelle nel cielo.
Davvero angeli!!! Angeli!!!
Ma chissà se qualcuno sa … Quanto è costato non essere qua!!!
Davvero angeli!

p.s.: Grazie Dany... amore mio, per come mi stai accanto... per come mi sopporti... per come mi fai sorridere...anche quando non ne avrei voglia.

giovedì 18 settembre 2008

COME IN UN SOGNO...



Avrei voluto aprire questo post... con molto più entusiasmo... perchè la partita di ieri sera è stata MERAVIGLIOSA.... purtroppo dobbiamo accontentarci del 2 a 2..


ma per tutto il primo tempo e buona parte del secondo eravamo in un sogno....


VINCERE 2 A 0 IN FRANCIA...



Comunque GRANDE GILA sei fantastico!


MAGICA FIORENTINA..


11 atleti un solo cuore


e..........

Magica città..



scorci di Firenze........












Il luogo di Firenze che io amo di più in assoluto:


Piazzale Michelangelo




nel centro del piazzale troviamo il monumento a Michelangelo del 1871







...e una vista mozzafiato sulla città...










A vedere queste foto non vi innamorate anche voi...di questa magica città?




domenica 14 settembre 2008

SOGNO di un giorno di mezza estate...

Viaggio di un giorno nel Mugello... sull'appennino tosco-emiliano










San Crispino sul Lamone....


Chioschetto molto particolare dove...


...si mangiano delle ottime "piadine"




che ne dite di questa bellissima affettatrice... di altri tempi...?










Scarperia... famosa per i coltelli...







il centro storico...






















Bellissimi posti... e bellissima giornata... anche se è finita troppo presto.





















giovedì 11 settembre 2008

Pensieri.....

Scusate se in questi giorni non scrivo molto, ma è un periodo un pò così problematico... Il lavoro mi assorbe molto perchè devo fare nuove cose mai fatte e senza nessuno che ti insegna a farle... e poi sto attraversando un momento di meditazioni sulla mia vita... mi sento un pò delusa... delusa dalle amicizie che non si sono quasi mai rivelate "vere" per un motivo o per l'altro... anche l'ultima che credevo..che speravo..potesse essere una vera amica si è rivelato solo un bluff...
Eccetto 4 o 5 ex colleghe con cui siamo rimaste in amicizia...il resto è vuoto.
Già! e poi mi sento anche delusa da persone a me vicine...
Alle volte mi chiedo se sono io quella sbagliata...
se questo dare, dare, dare...... senza avere niente in cambio... sia giusto oppure no...
è molto deludente sentirsi sfruttate, prese in giro...usate e basta!
C'è una canzone di Renato Zero che parla di questo...

Dare. Dare. Dare. Vuoi vedere, che diventerà un mestiere! Cieca assuefazione… Questo dare, sembra non bastare mai.....
...Ma, non so mai dire, no! Sorridendo, accetterò l’inganno, e, pur di avere, mi userai. E dopo, mi pugnalerai, al cuore!
...A volte ci si stanca, di sorridere per niente… A volte anche una lacrima, ci credi è importante!..

In questi giorni io mi sento proprio così... così stanca... di aiutare... di aver aiutato.. ascoltato... capito... amato... stanca di questo mondo... che ti prende in giro.. di questo menefreghismo dilagante... stanca di essere fatta così. Forse TROPPO buona... come dicevano a mio padre "sei troppo buono...troppo bischero"
C'è un detto qui da noi che dice: Esser buoni è un dono di Dio, esser bischeri è un gran castio.

Non mi piace sentirmi così...delusa...ferita... ma al momento è così che mi sento... ma non disperiamo
"il sole tramonta comunque, sia sul giorno migliore sia sul giorno peggiore"... magari domani o dopo...o fra una settimana..o un mese.. torna la Paola spensierata... felice... gioherellona e pazzerella...
chissà!

giovedì 4 settembre 2008

eh si! Sono già alcuni giorni che non mi faccio sentire... Ma...


  1. Posto di lavoro nuovo e nuove mansioni mai fatte e che assorbono moltissimo del mio tempo...
  2. Fine dell'estate (quasi)... anche se il tempo qui è ancora molto bello... ma io sono già un pò depressa... perchè le giornate che si accorciano mi mettono già di cattivo umore...
  3. in più sommiamo problemi e problemini vari che mi demoralizzano assai...
  4. Il pc che fa capricci o meglio la connessione ad internet...e non mi fa mettere le foto...


però..però..però...




Questa bella ricettina ve la voglio proprio scrivere




SPAGHETTI ALLO SCOGLIO DI PAOLA




INGREDIENTI PER 4 PERSONE:






  • MEZZO KG SPAGHETTI


  • FASOLARI 1 KG


  • MUSCOLI 1 KG


  • VONGOLE 1 KG


  • AGLIO


  • PEPERONCINO


  • PREZZEMOLO


  • SALE E OLIO


  • VINO BIANCO




Mettere in una larga padella olio extravergine di oliva con l'aglio e il peperoncino tritati far rosolare e aggiungere i fasolari ben lavati, passati alcuni minuti aggiungere i muscoli precedentemente puliti e lavati mescolare e lasciare su fuoco vivo alcuni minuti. Infine aggiungere le vongole precedentemente tenute a bagno in acqua salata per alcune ore e poi lavate bene. Far aprire bene i frutti di mare e aggiungere un bicchiere di vino bianco. Lasciare evaporare e spegnere. Nel frattempo cuocere gli spaghetti in acqua bollente salata, Scolarli e mescolarli ai frutti di mare.







eh va bè! avevo altre tre foto molto succolente ma il mio pc non me le fa caricare... ed allora devo mettere solo questa! Però non vi viene voglio di mangiarli? Vi assicuro sono finiti tutti!


venerdì 29 agosto 2008

martedì 26 agosto 2008

LE PUPPORINE

Ogni promessa è debito... ed ecco la ricetta delle famose "Pupporine" Bozzanelle. Questa è l'originale datami da mia zia Lia:

INGREDIENTI:
12 uova
1 kg zucchero
200 gr. vaniglia
200 gr. pinoli
1 limone grattugiato
2 kg farina
200 gr. burro
1 bicchiere liquore sassolino
olio
1 bustina lievito bertolini
ciliegine candite
anici

Io ho fatto metà di questa dose e siccome non ho trovato al super il Sassolino o messo un pò di Maraschino che avevo in casa e un pò di Rum.

Sbattere molto bene le uva con lo zucchero (nella ricetta originale c'è scritto per mezz'ora... a mano... ma usando lo sbattitore elettrico basta molto meno)


Aggiungere la vaniglia e continuare a montare


Aggiungere il burro ed il liquore ed il limone grattugiato





Proseguire mettendo gli anici ed i pinoli



Poi il lievito e la farina






Rovesciare l'impasto su una spianatoia e continuare a impastare con le mani facendogli prendere quanta farina vuole (ci sta in più della dose scritta)




fare un panetto






spianarlo in una sfoglia non troppo sottile e ricavare delle forme ovali o tonde a "Pupporina"









Sistemarli in una teglia





Dividere le ciliegine a metà e metterle al centro di ogni pupporina









Cuocerle in forno preriscaldato fino a che non risultano belle colorite. Io l'ho cotte nel forno a legna.





Ed ecco la pupporina cotta...










Qui sono nella teglia...









e qui nel cestino...




e con i ritagli della pasta, ho preparato dei biscottini con al centro gocciole di cioccolato...




Poi le ho spartite a vari parenti e amici...e ce le siamo gustate...
Provatele!









































con questo post partecipo al contest di Federica

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails