giovedì 2 luglio 2009

VIAREGGIO

La cittadina più vicina al mio paesello è proprio Viareggio quella che fin da bambina io ho amato di più, perchè è la città del mare, dei divertimenti, dei giochi in pineta, delle cene in spiaggia con tutti i parenti... da ragazzina poi la associ al carnevale, ai rioni notturni, alle discoteche insomma è sempre stata simbolo di spensieratezza, di vita e di voglia di vivere...
Da lunedi notte non è più così...
Ora le immagini nella mente si frammentano, uomini, donne bruciati... bambini carbonizzati... hai storie di persone qualunque come me, persone che vivevano la loro quotidianità nelle loro case...ed a mezzanotte si sono visti sfumare la vita... persone che hanno perso fratelli, genitori... la storia di un parucchiere che riesce a salvarsi passando dai tetti con moglie e figlio... storie di un bimbo di tre anni che ha lottato contro la morte al Mayer a Firenze, ma che non ce l'ha fatta... o della sua coetanea al Bambin Gesù di Roma morti da soli perchè i genitori non c'erano già più. La storia del piccolo Matteo che i genitori hanno messo in macchina per correre a salvare anche gli altri figli, ma che il fuoco ha divorato accovacciato sul sedile aspettando mamma e papà.
Tante storie di persone che non ci sono più, di persone che sono gravissime sparse per ogni ospedale in Italia, storie di chi anche l'ha scampata per un pelo... tante storie ognuna diversa ed ogniuna importante.
E per tutte queste persone non possiamo restare indifferenti, sarà che io sto attraversando un periodo particolare, sarà che sono mamma di un bambino piccolo, sarà tutto e niente, ma non riesco a rimanere indifferente... penso a questi bimbi, penso al mio... e mi chiedo quanto avranno sofferto.. mi chiedo PERCHE'? PERCHE'? ...
Perchè dobbiamo accettare chi non fa gli accurati controlli, perchè dobbiamo accettare il menefreghismo per le persone e l'importanza solo del dio soldo, perchè dobbiamo accettare l'incuria di tutto e di tutti...
per tutti.. per le persone di Viareggio.. e per quelle dell'Aquila.. per tutti i bambini.. per tutte le persone morte ingiustamente... ingiustamente per l'incuria o il menefreghismo dei ricchi signori..
per tutti.. ribelliamoci a tutto questo...
diamoci la mano simbolicamente in tutta Italia e costruiamo un'Italia migliore di cui i nostri figli possano andare fieri.

2 commenti:

Pierprandi ha detto...

Per un Italia migliore! A presto

chit ha detto...

Ero lì da venerdì a ieri (sono tornato solo oggi) e devo dire che la partecipazione della città è stata incredibile e toccante. Non ci sono parole in questi momenti, come dici giustamente tu prendiamo solo spunto per costruire un Italia migliore

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails