giovedì 10 settembre 2009

Uffffffff.........!!!

Già è difficile iniziare un nuovo anno scolastico, ci sono mille cose e problemi da risolvere, contratti da fare, personale da gestire, nuove classi, insegnanti che mancano da chiamare... come pure i collaboratori scolastici... se poi ci mettiamo che nella nostra direzione didattica su 6 persone 4 sono nuove e soprattutto di queste 4, una in particolare entra di ruolo quest'anno e diciamolo chiaro non sa fare un tubo... ecco se sommato a tutto il resto ci aggiungi anche questo le nostre prime giornate di settembre sono proprio da sparo!!
Se poi colmo dei colmi ci si mette anche il Ministro Gelmini a rivouzionare le cose... allora proprio pensi "ma chi me lo ha fatto scegliere questo tipo di lavoro?"
Eh si! Perchè quei gran geni al governo cosa fanno? Si mettono ad emanare un emendamento a settembre quando l'anno scolastico è già iniziato e mandano nel caos tutte le scuole, perchè non sappiamo più qae strada giusta prendere per convocare gli insegnanti...
Secondo il mio punto di vista,
non c'è nessuna estensione degli ammortizzatori sociali, nessuna risorsa in più per i precari, si confermano i tagli previsti anche per i prossimi anni e non c'è nessuna certezza sulle stabilizzazioni del personale docente e nostro (ATA).
Alle TV sembra che 'sti governanti abbiano rivoluzionato tutto, e naturalmente chi non è inserito nella scuola ci crede, ma, in realtà, la proposta del Governo non attribuisce nessuna risorsa in più per il personale precario, garantisce soltanto l'indennità di disoccupazione, (che sarebbe comunque stata erogata ugualmente al personale rimasto senza lavoro) e prevede una priorità sulle supplenze temporanee assegnate dalle scuole (che anche questa ci sarebbe stata ugualmente).
Mentre appunto sembra a sentir loro che abbiano fatto chissà quale rivoluzionario emendamento.
Aprite gli occhi Italiani, è soltanto fumo quello che sta mandando questo governo, ma perchè non ve ne accorgete? Io grazie al cielo, per quest'anno lavoro, ma il prossimo? Con i nuovi tagli chissà! E quest'anno quante persone sono rimaste senza lavoro, molte che conosco anche io, ed il tempo a scuola dei bimbi è diminuito...
Un'ultima cosa voglio dire, sempre nella nostra Direzione abbiamo avuto una lista di attesa per la scuola dell'infanzia di circa 20 bambini, c'era il posto dove aprire una nuova sezione che avrebbe agvolato i genitori e dato lavoro a qualche insegnante in più... bastava soltanto il benestare del Ministero, ma dopo due mesi o tre di latitanza in cui non ci rispondevano, 3 giorni fa ci è stato detto che non avrebbero concesso nessuna insegnante in più perchè la scuola dell'infanzia non è quella dell'obbligo.
Ora io mi chiedo che nel ventunesimo secolo si dovrebbe pensare di più al sociale ed alle persone.. e perchè non calare i posti dei parlamentari invece che quelli degli insegnanti o degli ATA?

4 commenti:

paoladany ha detto...

Scusate lo sfogo ma parlare della scuola mi tocca particolarmente!

sabrine d'aubergine ha detto...

Tieni duro, invece. C'è bisogno di gente motivata come te in posti del genere. E poi: almeno che si impegnino per "smontare" la scuola pubblica!

il monticiano ha detto...

Chi meglio di te può conoscere meglio quello che sta succedendo nella scuola pubblica dopo le cavolate delle ministrina?
Ne sento di tutti i colori e mi chiedo: ma questa sa quello che fa?

chit ha detto...

Più che un esecutivo di governanti lo definirei un branco di prestigiatori. Mi consola che la mamma m'insegna che prima o poi i trucchi si scoprono, ho solo paura che sia già troppo tardi per rimediare...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails