venerdì 19 giugno 2009

Per Roby

Vorrei scriverti una lettera facendoti sentire tutto l'amore e tutta la forza di combattere.
Vorrei che tra un anno o due o tre tu potessi leggere queste parole...
Ho un'angoscia tremenda dentro... ho paura.. una maledetta paura...
Vorrei poter tornare indietro... vorrei che da febbraio fosse solo un sogno, anzi un incubo... e risvegliarmi.
Risvegliarmi e ritrovare la mia sorellina come era... la maestra di Miki...
Invece bisogna ingollare la paura e le lacrime e far finta di niente...
Quando ero ancora una bambina di 11 anni ho incolpato anche nostro papà per la sua morte... non riuscivo ad accettarlo... mi arrabbiavo con lui perchè mi aveva lasciata da sola.
Quando ho saputo della tua malattia mi sono arrabbiata con tutti, con Dio... con il destino che ci riservava questo... con il mondo intero.. con chi era più fortunato di noi...
ho pianto talmente tanto da riempire fiumi di lacrime...
ora non so perchè ma non ce l'ho più con nessuno... sono come svuotata...
Tu mi sei stata molto vicina quando mi sono separata, mi hai ascoltata, mi hai capita, ti sei preoccupata anche troppo per me...
Io vorrei fare di più per te... per Ali... per Adri...
ma non so cosa fare più di questo...
Cos'altro fare se non starti vicino per combattere e per darti speranza...
e sperare, sperare che accada il miracolo, il miracolo che non è accaduto per nostro papà accadi a te... sperare di poter tra un anno rileggere queste parole e di piangere e ridere insieme.

1 commento:

chit ha detto...

Solo standole accanto questo può accadere, non la lasciare e... incrociamo le dita. Vi sono molto vicino.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails